Consulta OnLine (periodico online) ISSN 1971-9892

SCUOLE, CORSI, BANDI, BORSE ED ALTRI EVENTI DI CARATTERE DIDATTICO E FORMATIVO

 

 

 

 

 

2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Entro domenica 28 febbraio – Call for paper – Gruppo di Pisa

Call Seminario di diritto comparato «Diritto e nuove tecnologie: tra comparazione e interdisciplinarietà» (proposte di intervento programmato entro il 28 febbraio 2021)

L’Associazione «Gruppo di Pisa» ha deliberato di rivolgere un invito pubblico volto ad offrire a giovani Studiosi, italiani o stranieri, specialisti del Diritto pubblico, costituzionale, europeo, internazionale, comparato, della filosofia, della sociologia o della storia del diritto, nonché della politologia, la possibilità di proporre un intervento programmato da tenersi in occasione della sessione pomeridiana del secondo Seminario di Diritto comparato, dedicato al tema «Diritto e nuove tecnologie: tra comparazione e interdisciplinarietà», che si terrà il giorno 26 marzo 2021 (in modalità “a distanza”).

Obiettivo del Seminario è di riflettere sulle tematiche legate all’impatto della cosiddetta “rivoluzione digitale” negli odierni ordinamenti costituzionali, democratici e pluralisti, sotto i profili della garanzia dei diritti e della separazione dei poteri, anche in relazione all’emersione dei “nuovi poteri” (privati) che si stanno, nel tempo, consolidando nello “spazio cibernetico”. La sessione pomeridiana si articolerà in due distinti Ateliers: il primo dedicato al tema «Nuove tecnologie e diritti»; il secondo dedicato al tema «Nuove tecnologie e poteri».

Gli interventi programmati, finalizzati a favorire il confronto tra i giovani Studiosi, i Relatori del Seminario e gli altri Partecipanti sui temi del seminario, potranno disporre di una durata massima di 10 minuti ciascuno e potranno essere tenuti in italiano, inglese, francese o spagnolo.

L’intervento proposto dovrà avere ad oggetto le specifiche tematiche del Seminario, così come specificate in questo allegato. Saranno ammessi sia interventi di diritto comparato, sia interventi di diritto interno, sovranazionale o internazionale, sia interventi di carattere interdisciplinare, purché il Candidato abbia cura di evidenziare, seppur a latere, i possibili spunti comparatistici delle proprie riflessioni.

Le proposte di intervento programmato debbono essere presentate, in lingua italiana, inglese, francese o spagnola, entro il giorno 28 febbraio 2021, tramite invio per posta elettronica all’indirizzo callunimi2020@gmail.com.

Alla mail andranno allegati i seguenti documenti:

a) Una proposta di intervento (abstract), in forma libera, contenuta in massimo 10.000 caratteri, spazî inclusi. Il documento, in formato *.doc, *docx od *.odt, dovrà contenere, in epigrafe, il titolo proposto per l’intervento e l’indicazione dell’Atelier nel quale s’intende intervenire;

b) Un curriculum vitae et studiorum. È richiesta l’espunzione dal documento di tutti i dati personali non necessarî ai fini della selezione delle proposte.

Il Comitato scientifico, inoltre, indicherà gli interventi meritevoli di una pubblicazione all’interno degli atti del Seminario, qualora quest’ultima sia prevista degli organizzatori dello stesso. A tal riguardo, i criterî redazionali da osservare e il termine per l’invio dei contributi saranno comunicati per posta elettronica successivamente allo svolgimento del Seminario, ai soli Partecipanti ammessi alla pubblicazione.

Per maggiori dettagli sui requisiti di partecipazione al presente invito pubblico è possibile consultare il testo completo:  https://www.gruppodipisa.it/images/seminariDirittoComparato/2021_Milano/Call_Seminario_di_diritto_comparato_Milano_2021_ita.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da mercoledì 24 marzo a giovedì 17 giugno – MILANO – Corso di perfezionamento –

Strumenti giuridici per la prevenzione il constato alla violenza di genere

Periodo e sede di svolgimento

Il corso, di 48 ore, si svolgerà dal 24 marzo al 17 giugno 2021, prevalentemente nei pomeriggi del venerdì, dalle 14.30 alle 18.30. Il corso potrebbe tenersi integralmente o parzialmente in modalità e-learning. L’eventuale sede fisica sarà presso il settore aule di Via Festa del Perdono 3/7, Milano.

Obiettivi formativi:

Il corso ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per conoscere e comprendere il fenomeno della violenza di genere, in tutte le sue manifestazioni, approfondendo, in particolare, le problematiche di tipo giuridico, senza trascurare le necessarie nozioni di natura soprattutto piscologica e sociologica.

Dopo un inquadramento del fenomeno, anche con dati statistici, e anche alla luce delle sue manifestazioni durante l'emergenza COVID, saranno esaminati i fattori di rischio della violenza di genere, per poi passare all’esame degli strumenti giuridici offerti dal diritto, non solo penale, per prevenire e reprimere la violenza e supportare la vittima, alcuni dei quali ancora troppo poco conosciuti. Particolare spazio sarà assegnato, inoltre, ai temi della violenza assistita da parte del minore, del ruolo delle consulenze tecniche d'ufficio, del coordinamento tra giudizio penale e civile, del percorso rieducativo dell’uomo maltrattante e delle vittime di violenza doppiamente vulnerabili.

Il corso si propone di contribuire alla formazione degli iscritte/i, sia da un punto di vista teorico che pratico, consentendo loro di esaminare direttamente, per il tramite delle testimonianze degli operatori del settore, tra cui magistrati, forze dell’ordine, medici, operatori sociali, funzionari della pubblica amministrazione, le maggiori criticità connesse al fenomeno della violenza di genere.

Destinatari:

Il corso si rivolge a professioniste/i (avvocati, psicologi, assistenti sociali, medici), e a tutte le laureate/i che abbiano interesse a procurarsi una specifica formazione in tema, sia per consolidare propri percorsi professionali, sia per proporsi come esperti presso strutture legali o di altro tipo o centri dedicati al supporto delle vittime di violenza di genere.

Il corso stato accreditato con 20 crediti presso il Consiglio Nazionale Forense ed è in corso di accreditamento presso l'Ordine degli assistenti sociali della Lombardia. Ha inoltre ottenuto il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Milano e dell'Ordine regionale degli assistenti sociali della Lombardia.

Il Consiglio Nazionale forense ha concesso 20 crediti, abbiamo avuto il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Milano e dell'Ordine degli Assistenti sociali della Lombardia, il corso è in fase di accreditamento presso gli assistenti sociali lombardi ed è in esame ai competenti uffici la richiesta di patrocinio del Comune di Milano.

Il bando per iscriversi, nonché il calendario del corso sarà pubblicato a gennaio in: https://violenzagenere.ariel.ctu.unimi.it

Per ulteriori informazioni:  Segreteria: violenzadigenere@unimi.it Presso il Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale, via Festa del Perdono 7, 20122 Milano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Entro mercoledì 7 aprile – Unione Forense per i Diritti Umani – Corso di specializzazione streaming

Corso di specializzazione “Diritti umani e protezione internazionale. Profili e sviluppo di una normativa multilivello

Programma

Il corso si articola in una serie di dodici incontri monotematici, della durata di tre ore ciascuno (dalle ore 15:00 alle ore 18:00), che si terranno via streaming, attraverso la piattaforma GoToWebinar, nei venerdì sottoindicati a partire dal 9 aprile 2021. Durante il Corso i partecipanti potranno accedere alla documentazione relativa a ciascuna lezione attraverso il sito dell’Associazione (www.unionedirittiumani.it).

I MODULO – La tutela multilivello dei diritti umani

Venerdì 9 aprile

Indirizzi di saluto

Maria Masi*, Presidente f.f. Consiglio Nazionale Forense

Chiara Cardoletti, Rappresentante dell’UNHCR per l’Italia, la Santa Sede e San Marino

Laurence Hart, Direttore dell’Ufficio di coordinamento per il Mediterraneo dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Presentazione del corso

Anton Giulio Lana, Presidente dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Genesi ed evoluzione della tutela dei diritti umani

15:00 – Il Costituente e la tutela dei diritti fondamentali

Marta Cartabia*, Presidente emerita della Corte costituzionale

16:00 – I diritti umani nella prospettiva del diritto internazionale ed europeo

Guido Raimondi, già Presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, Presidente di sezione della Corte di cassazione

17:00 – L’applicazione diretta dei diritti fondamentali nell’ordinamento interno

Guido Alpa*, Professore emerito di diritto civile nell’Università di Roma “La Sapienza”

Venerdì 16 aprile

La tutela dei diritti umani nell’ordinamento interno

15:00 – Diritti inviolabili dell’uomo e principio di uguaglianza: i paletti della Costituzione repubblicana

Angela Cossiri, Professoressa di diritto costituzionale nell’Università di Macerata

16:00 – I diritti fondamentali nella prospettiva della Corte costituzionale

Filippo Donati, Professore di diritto costituzionale nell’Università di Firenze

17:00 – Il dialogo tra le Corti in materia di diritti fondamentali

Roberto Conti, Consigliere della Corte di cassazione

* in attesa di conferma

Venerdì 23 aprile

Le Nazioni Unite e i diritti umani

15:00 – Convenzioni ONU in materia di diritti umani e relativi meccanismi di controllo

Fausto Pocar, Professore emerito di diritto internazionale nell’Università di Milano, Presidente della SIDI

16:00 – Il Consiglio dei diritti umani

Lina Panella, Professoressa di diritto internazionale nell’Università di Messina donati

17:00 – Il sistema di reporting dinanzi ai Comitati delle Nazioni Unite

Fabrizio Petri, Presidente Comitato interministeriale per i diritti umani

Venerdì 30 aprile

Diritti fondamentali tra CEDU e diritto dell’Unione europea

15:00 – Il diritto dell’UE tra Carta dei diritti fondamentali e giurisprudenza della Corte di Lussemburgo

Angela Di Stasi, Professoressa di diritto dell’Unione europea nell’Università di Salerno

16:00 – Il sistema convenzionale di protezione dei diritti dell’uomo

Andrea Saccucci, Professore di diritto internazionale nell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”

17:00 – La Corte di Strasburgo: struttura e funzionamento

Roberto Chenal, Referendario presso la Cancelleria della Corte europea

dei diritti dell’uomo

II MODULO – I diritti garantiti

Venerdì 7 maggio

Divieto di tortura, diritto al rispetto della vita privata e familiare e libertà di espressione

15:00 – La giurisprudenza della Corte EDU in materia di divieto di tortura

Anton Giulio Lana, Presidente dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

16:00 – Libertà di espressione tra diritto interno ed europeo

Alfonso Celotto, Professore di diritto costituzionale nell’Università Roma 3

17:00 – Procreazione medicalmente assistita e maternità surrogata

Maria Paola Costantini, Avvocata in Roma, componente del Comitato direttivo dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Coordinamento scientifico: Avv. Prof. Anton Giulio Lana

Segreteria organizzativa: Sig.ra Gioia Silvagni. Tel. 06 8412940 - www.unionedirittiumani.it – info@unionedirittiumani.it

Le iscrizioni al Corso dovranno pervenire alla segreteria dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani, tramite apposito modulo online, entro il 7 aprile 2021. La quota di partecipazione al Corso è di € 450,00 (oltre IVA) per gli iscritti entro il 15 marzo 2021, mentre a partire dal 16 marzo 2021, la quota di iscrizione ammonta a € 500,00 (oltre IVA). Per ogni modulo monotematico, la quota di partecipazione è di € 150,00 (oltre IVA). Sono stati richiesti i crediti formativi per gli avvocati al Consiglio Nazionale Forense.