CONSULTA ONLINE 

 

Letta all’udienza del 5 maggio 2009, allegata alla sentenza 24 luglio 2009, n. 232

ANNO 2009

 

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori:

-      Francesco                        AMIRANTE                                 Presidente

-      Ugo                                 DE SIERVO                                   Giudice

-      Paolo                               MADDALENA                                   

-      Alfio                                FINOCCHIARO                                 

-      Alfonso                           QUARANTA                                       

-      Franco                             GALLO                                                

-      Luigi                                MAZZELLA                                        

-      Gaetano                           SILVESTRI                                         

-      Sabino                             CASSESE                                            

-      Maria Rita                       SAULLE                                              

-      Giuseppe                         TESAURO                                           

-      Paolo Maria                     NAPOLITANO                                   

-      Giuseppe                         FRIGO                                                 

-      Alessandro                      CRISCUOLO                                       

-      Paolo                               GROSSI                                               

ha pronunciato la seguente

ALLEGATO:

 

ORDINANZA

Considerato che il presente giudizio di costituzionalità delle leggi, promosso in via di azione, è configurato come svolgentesi esclusivamente tra soggetti titolari di potestà legislativa, in quanto avente ad oggetto questioni di competenza normativa, fermi restando, per i soggetti privi di tale potestà, i mezzi di tutela delle loro posizioni soggettive, anche costituzionali, di fronte ad altre istanze giurisdizionali ed eventualmente anche di fronte a questa Corte in via incidentale (sentenze n. 405 del 2008 e n. 469 del 2005).

PER QUESTI MOTIVI

LA CORTE COSTITUZIONALE

dichiara inammissibile l’intervento spiegato nei giudizi indicati in epigrafe dall’Associazione Italiana per il World Wide Fund for Nature – Onlus e da Biomasse Italia s.p.a., Società Italiana Centrali Termoelettriche – SICET s.r.l., Ital Green Energy s.r.l. ed E.T.A. Energie Tecnologiche Ambiente s.p.a.

F.to Francesco AMIRANTE, Presidente