Consulta OnLine (periodico online) ISSN 1971-9892

FORMAZIONE, SCUOLE E CORSI

 

 

 

2018

 

 

 

 

 

 

Entro il 25 luglio 2018 – PISA - iscrizione ai concorsi per l’ammissione ai corsi di dottorato (anno accademico 2018/2019)

Scienze Giuridiche - Sede Amministrativa Dipartimento di Giurisprudenza

Curricula: Diritto privato - Diritto pubblico e dell’economia - Giustizia costituzionale e diritti fondamentali

Descrizione e obiettivi del corso

Il corso di Dottorato in Scienze giuridiche persegue, nel suo complesso, la finalità principale di consentire una formazione post-universitaria, a livelli di eccellenza, di giovani studiosi che intendono perfezionare la loro preparazione mediante l’acquisizione dei metodi e canoni della ricerca scientifica applicata al diritto.

Con particolare riferimento al curriculum di Diritto Privato prevede un’attività didattica articolata in lezioni frontali, cicli di lezioni, seminari, presentazione di volumi, convegni nonché incontri di discussione sui temi di ricerca dei dottorandi e seminari nei quali gli stessi dottorandi svolgono relazioni e interventi.

L’attività didattica riguarda le grandi tematiche del diritto privato e del diritto privato europeo e privilegia l’analisi di problematiche di spessore interdisciplinare, in coordinamento e in collaborazione con gli altri indirizzi della scuola.

Alcune lezioni vengono svolte in lingua inglese.

Con particolare riferimento al curriculum di Diritto Pubblico e dell’economia, l’attività didattica sviluppa i temi nodali del diritto pubblico e amministrativo, del diritto dell’economia, del diritto ambientale e della comparazione giuridica, con riferimenti al diritto europeo Il taglio dell’attività ha una forte caratterizzazione interdisciplinare, anche in collaborazione e coordinamento con gli altri indirizzi della scuola.

Tale attività è articolata in cicli di lezioni frontali, seminari di approfondimento, organizzazione e partecipazione a convegni, presentazione di libri, incontri collegiali e individuali di discussione sulle attività di ricerca dei dottorandi. Nello svolgimento di queste attività viene richiesta una partecipazione attiva dei dottorandi, cui è richiesta la preparazione di relazioni/interventi/domande.

Alcune attività sono svolte in lingua inglese.

Con particolare riferimento all’indirizzo in Giustizia costituzionale e diritti fondamentali, l’ambito principale di studio e ricerca è rappresentato dal ruolo sempre più significativo assunto dalla giustizia costituzionale nei moderni ordinamenti, sia ai fini della tutela dei diritti individuali di rango costituzionale, sia come strumento di regolazione delle dinamiche dei pubblici poteri, allorché si richiedano prestazioni di garanzia e arbitrali in relazione al funzionamento dei poteri o alla articolazione territoriale degli Stati.

L’indirizzo in questione, forte di una ininterrotta esperienza ormai più che ventennale, si giova di un approccio di tipo marcatamente interdisciplinare, come è testimoniato dalla relazione con gli ambiti della filosofia e della teoria generale del diritto, con equilibrata attenzione alle tematiche sia sostanziali sia procedurali, anche in una dimensione trasversale rispetto ad altri settori disciplinari, come quello del diritto e del processo tributario. I contenuti sono sempre esaminati con la consapevolezza del rilievo della dimensione sovranazionale, come è dato ricavare dalla presenza dei profili internazionalistici e da un curriculum italo-franco-spagnolo di giustizia costituzionale, che consente proficui approfondimenti e scambi di esperienze in riferimento ad ordinamenti la cui analisi costituisce un arricchimento assai significativo per l’approfondimento del sistema di riferimento.

Bando di concorso

Guida pratica per la presentazione delle domande

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Entro il 30 luglio 2018 – – URBINO – Summer Scho ol Diritto Comparato Europeo

Da lunedì 20 agosto a sabato 1° settembre

60ème Séminaire de Droit Comparé et Européen fondato nel 1959 da Enrico Paleari e Germain Brulliard

Cours:

Brexit: Judicial Cooperation in Civil and Criminal Matters. Opportunities for Civil Law and Lawyers

Robert Bray, former Head of Unit of the Secretariat of the Legal Affairs Committee of the European Parliament

Les droits fondamentaux : nouveaux outils pour les fiscalistes

Georges Cavalier, Maître de conférences HDR à l’Université Jean Moulin, Lyon

La montée en puissance de la compliance en matière de lutte anti-corruption

David Chilstein, Professeur à l'Université Paris 1 Panthéon- Sorbonne

Strengthening EU Representative and Participative Democracy. The Untapped Potential of Legislative and Administrative Transparency in the Post-Lisbon EU

Emilio De Capitani, Direttore Esecutivo del Fundamental Rights European Experts Group (FREE Group)

European Food Law and EU Tertiary Law

Jens Karsten, Ll.M., Attorney-at-Law

Profili di diritto internazionale privato della normativa dell'Unione europea sulla protezione dei dati personali e ripercussioni sul commercio internazionale

Edoardo Alberto Rossi, Assegnista di Ricerca all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

L’arbitrato interno e internazionale: vantaggi e criticità

Tuto Rossi, Avocat, Notaire et Chargé d'enseignement à l'Université de Fribourg

L'indépendance et l'impartialité des arbitres et des médiateurs

Martin Svatos, Médiateur et Arbitre

The Challenges of Advanced Technology on Intellectual Property Laws: Artificial Intelligence, Cyber, Blockchain

Shlomit Yanisky-Ravid, Professor of Law at Ono Academic College, Prof. Fellow at Yale Law School ISP, Visiting Professor Fordham Law School

Conférences:

Les bases de données en ligne concernant le droit international privé de l'Union européenne

Marie-Elodie Ancel, Professeur à l’Université Paris-Est Créteil (UPEC)

La difesa europea dei diritti

Alessandro Bondi, Professore all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Direttore del Centro di Studi Giuridici Europei

Aspetti processuali della direttiva 2016/943 sulla protezione del know-how riservato e delle informazioni commerciali riservate

Andrea Giussani, Professore all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Aspects idéologiques du droit international privé

Luigi Mari, Professore Emerito all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo *

Le politiche in materia di flussi migratori

Paolo morozzo della rocca, Professore all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo

Current Developments and Problems of European Criminal Law

Helmut Satzger, Professor of International Criminal Law at Ludwig-Maximilians-University Munich

* Participation à confirmer

Table Ronde auprès de l'Université « Ca' Foscari » de Venise le 31.08.2018

- International trade and Arbitration in the digital era; present regulation and future challenges -

I Principi UNIDROIT 2016 dei contratti commerciali internazionali e l'arbitrato

Fabrizio Marrella, Professore all'Università Cà Foscari di Venezia

Il diritto internazionale privato 3.0: il valore della prossimità tra spazio fisico e spazio digitale

Ilaria Pretelli, Collaboratrice scientifica, Istituto Svizzero di diritto comparato

--- Présentations des doctorants du Ono Academic College ---

Le Séminaire d’été de Droit comparé et européen d'Urbino a été créé en 1959 à l’initiative commune de juristes italiens et français. Il a pour objet de développer la connaissance du droit comparé, européen, international et international privé et de faciliter la rencontre de juristes venus principalement, mais non exclusivement, des pays de l’Union. Les cours sont donnés en français, italien ou anglais. Une traduction synthétique dans les autres langues est assurée sur demande. La participation au Séminaire est reconnue au titre de la formation professionnelle des avocats (à hauteur de 20 crédits).

Info: seminaire@uniurb.it  ; http://seminaire.uniurb.it/  ; +39 0722 303250

Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” Centro di Studi Giuridici Europei Dipartimento di Giurisprudenza

 

 

 

 

 

 

 

 

 Entro il 31 agosto 2018 - PISA - Corso di alta formazione sul diritto degli stranieri, edizione 2018. Summer school 10-15 settembre 2018.

Le tematiche dell’immigrazione e dell’asilo sono al centro dell’agenda politica dell’Unione europea e di tutti gli Stati membri. L’Italia, in cui già soggiornano

regolarmente più di 5 milioni di stranieri, è chiamata a gestire l’incremento dei flussi migratori sul proprio territorio in coerenza con i principi costituzionali di riferimento e con la normativa internazionale e dell’Unione europea. La legislazione nazionale che regola la condizione giuridica degli cittadini provenienti da Stati non appartenenti all’UE, oggetto di periodiche modifiche e talvolta dichiarata non conforme al quadro sovranazionale di riferimento, è molto complessa e perciò ogni operatore e interprete spesso fatica a comprenderla.

Per tale ragione l’Istituto Dirpolis della Scuola Superiore Sant’Anna, all’interno del quale è stata costituita un’apposita area di ricerca denominata DREAM (Documentazione, Ricerca E Analisi sulle Migrazioni), ed ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione) organizzano, per il quinto anno consecutivo, il Corso di Alta Formazione sul diritto degli stranieri, al fine di offrire un quadro generale delle norme e della giurisprudenza in tema di immigrazione e asilo alla luce dei più recenti sviluppi. 

Il Corso nel 2018 si articola nella Summer school sul diritto degli stranieri (10-15 settembre) e in un successivo Modulo complementare sulla protezione internazionale (25-27 ottobre). Ulteriori moduli di approfondimento si svolgeranno nei mesi successivi su tematiche specifiche. 

E’ possibile iscriversi sia all’intero percorso formativo costituito dalla “Summer school sul diritto degli stranieri” e dal “Modulo complementare sulla protezione internazionale” che singolarmente a ciascuno dei due corsi. Entrambi i corsi sono aperti ad un numero massimo di 50 partecipanti.

La domanda di iscrizione alla summer school (o a singole giornate della summer school, per chi ha frequentato precedenti edizioni del corso) o all'intero Corso di alta formazione  dovrà pervenire esclusivamente online entro le ore 24 del giorno 31 agosto 2018 seguendo le istruzioni disponibili sul sito: https://www.santannapisa.it/it/formazione/summer-school-sul-diritto-degli-stranieri-v-edizione

E' possibile iscriversi al solo modulo complementare in tema di protezione internazionale entro le ore 24 del giorno 15 ottobre 2018, seguendo le istruzioni sempre disponibili sul sito della Scuola Sant'Anna, sezione "corsi di alta formazione".

Info: https://www.santannapisa.it/sites/default/files/locandina_-_corso_di_alta_formazione_sul_diritto_degli_stranieri.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Entro il 7 settembre 2018 – SALUZZO - Summer School di Alta Formazione sulla Privazione della Libertà e sui Diritti Fondamentali

La scuola si rivolge ad avvocati, praticanti forensi, dottorandi, laureati, studenti ed operatori interessati ad un momento di alta formazione sui temi del carcere, del controllo sociale, della penalità e della tutela dei diritti fondamentali. L'edizione 2018 della Scuola è dedicata, in particolare, al tema della giustizia di comunità e alle sue implicazioni nell'ambito delle politiche penali.

Sede del corso:

La lectio magistralis e la presentazione della scuola avverranno al Campus Luigi Einaudi di Torino, tutte le altre lezioni si svolgeranno, in forma residenziale, presso la struttura della Castiglia a Saluzzo (CN).

Metodologie didattiche:

I temi verranno trattati attraverso moduli distinti o come percorsi che si intrecciano durante le giornate formative, attraverso lezioni frontali e una pluralità di metodologie didattiche alternative: dai workshop alle simulazioni, sino alla redazione di pareri o interventi concreti, anche attraverso "esperienze sul campo" quali visite presso istituti penitenziari o altre strutture del territorio.

Programma:

Lunedì 24 settembre

Saluti istituzionali e presentazione della Scuola (h 10:00-13:00)

Keynote speakers: José Ángel Brandariz García (Università di La Coruña) e Dario Melossi (Università di Bologna); Discutono: Amedeo Cottino (Università di Torino), Patrizio Gonnella (Presidente Associazione Antigone), Laura Scomparin (Università di Torino)

Viaggio verso Saluzzo e sistemazione presso gli alloggi. Raccolta dei bisogni e interessi dei partecipanti e illustrazione dell’organizzazione della Scuola. Visita al museo della memoria carceraria con lezione di Patrizio Gonnella (Presidente Associazione Antigone) e Claudio Sarzotti (Università di Torino) (h 14:00-18:00)

Cena di benvenuto

Martedì 25 settembre

Le misure alternative riducono la recidiva? (h 9:00-13:00)

Discutono: Stefano Anastasia (Università di Perugia), Pietro Buffa (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria), Fabrizio Leonardi (Direttore Ufficio Garante Nazionale), Giovanni Mastrobuoni (Collegio Carlo Alberto), Alvise Sbraccia (Università di Bologna)

Coordinano e discutono: Daniela Ronco (Università di Torino) e Giovanni Torrente (Università di Torino)

Visita ad una struttura di giustizia di comunità sul territorio (h 14:00-18:00)

Mercoledì 26 settembre

Processi decisionali in tema di misure alternative (h 9:00-13:00)

Tavola rotonda con: Domenico Arena (Direttore Ufficio Esecuzione Penale Esterna), Riccardo De Vito (Tribunale di Sassari), Elena Lombardi Vallauri (Direttrice Istituti Penitenziari Alessandria), Francesca Vianello (Università di Padova)

Modera: Davide Petrini (Università di Torino)

Lavori di gruppo sui fascicoli insieme ai relatori e ai tutor (h 14:00-18:00)

Giovedì 27 settembre

Scelte punitive, privazione della libertà personale e volto costituzionale della pena (h 9:00-13:00)

Intervengono: Enrico Grosso (Università di Torino), Andrea Pugiotto (Università di Ferrara), Marco Ruotolo (Università Roma Tre)

Gli automatismi penitenziari nella giurisprudenza della Corte costituzionale e della Corte europea dei diritti dell’uomo: aspetti teorici e casi pratici (h 14:00-18:00)

Studi di caso con i tutor Alessandra Cerruti (Università di Torino) e Ruggero Rudoni (Università di Torino)

Venerdì 28 settembre

Plenaria ed intervento di Roberto Brizio (Consigliere COA Torino), Lucia Castellano (Direttore Generale per l’Esecuzione Penale Esterna), Elia De Caro (Difensore Civico Antigone), Giovanna Di Rosa (Presidente Tribunale di Sorveglianza di Milano), Michela Malerba (Presidente COA Torino), Marco Pelissero (Università di Torino) (h 9:00-13:00)

Modulo sulla giurisprudenza torinese (h 14:00-18:00) con Davide Gamba (Avvocato del Foro di Torino)

Social dinner della Scuola

Sabato 29 settembre

Antigone incontra la Scuola (h 9:00-13:00)

Lezione di Giuseppe Mosconi (Università di Padova) Discutono: Susanna Marietti (Coordinatrice Nazionale Antigone) e Alessio Scandurra (Coordinatore Nazionale Osservatorio Antigone) Dibattito e conclusione dei lavori

h 14:00-16:00 Viaggio verso Torino Porta Nuova

Posti disponibili: 40

Per informazioni: summerschool.antigone@unito.it

Per il programma dettagliato, ulteriori informazioni e le modalità di iscrizione (compilazione di form online, curriculum vitae e lettera di motivazione entro il 7 settembre 2018) consultare il sito: www.giurisprudenza.unito.it/do/home.pl/View?doc=summer_school_antigone.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Da venerdì 7 settembre a venerdì 16 novembre – ROMA – Corso di Specializzazione

Migrazioni, Integrazione e Democrazia”. Profili Giuridici, Sociali e Culturali  II edizione

Scheda di sintesi

Le migrazioni sono un fenomeno che accompagna da sempre l’uomo e tuttavia a partire dal secolo scorso e, in particolare, dall’inizio del nuovo l’attenzione verso le migrazioni e i migranti ha assunto rilievo preponderante tanto sul piano politico che sociale.

I migranti arrivano numerosi in Europa dall’Africa e dall’Asia, fuggendo da persecuzioni, guerre, calamità naturali, condizioni di povertà e di miseria estreme, cambiamenti climatici, ecc. affrontano viaggi di fortuna e ad alto rischio per coltivare la speranza di una nuova vita. Quanti sono? Da dove provengono? Dove vogliono andare? Che tipo di accoglienza li aspetta nei Paesi europei? Quali i modelli di integrazione?

È per rispondere a questi e ad altri interrogativi simili che l’Unione forense per la tutela dei diritti umani ha deciso di organizzare il Corso di specializzazione “Migrazioni, integrazione e democrazia. Profili giuridici, sociali e culturali”, quest’anno giunto alla II edizione, con l’obiettivo di fornire un quadro interdisciplinare della materia dell’immigrazione, dal punto di vista giuridico, economico, demografico e antropologico, nonché dal punto di vista giornalistico, sociologico, medico e psicologico, con l’espressa intenzione di illustrare questo complesso fenomeno in una prospettiva a 360 gradi, analizzandone le varie sfaccettature e tentando di fornire una visione quanto più completa possibile ai fruitori del corso.

È evidente infatti che le questioni in gioco, dal flusso costante di migranti in arrivo, alle problematiche relative all’ingresso, all’identificazione, alla circolazione, all’accoglienza e all’integrazione nel tessuto sociale, sino all’assistenza medica e alle prestazioni sociali e alla tutela delle relazioni familiari, richiedano un approccio multidisciplinare da parte di professionisti appositamente formati e in grado di fronteggiare la nuova sfida delle migrazioni internazionali.

Proprio a tale scopo, il corso è stato suddiviso in apposite giornate che si occuperanno di affrontare ciascuna delle suddette tematiche tramite una prospettiva comparata e con la partecipazione dei maggiori esperti del settore con riferimento alle varie competenze professionali.

Il corso si articolerà dunque in una serie di 10 incontri a tematica multidisciplinare da settembre a novembre 2018, per una durata complessiva di 35 ore. Ciascuna giornata si svolgerà il venerdì

pomeriggio (dalle ore 14:00 alle ore 17:30) presso il Parlamentino del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, in Viale David Lubin, 2 – Roma.

Ai fini di un ottimale svolgimento dell’attività didattica è altresì previsto un numero massimo di 90 partecipanti.

È possibile seguire il Corso anche in modalità telematica, per chi non abbia la possibilità di recarsi a Roma. È stata infatti predisposta una piattaforma online (GoWebinar) attraverso la quale i discenti potranno collegarsi all’orario del corso e seguire comodamente da casa la lezione in diretta, ciascuno attraverso le proprie credenziali e il proprio account.

Il corso è destinato ad operatori del diritto (avvocati, magistrati e praticanti avvocati), rappresentanti delle ONG specializzate nel settore dei diritti umani, funzionari della pubblica amministrazione, mediatori culturali, medici, assistenti sociali e a tutti coloro che intendano conseguire una specializzazione in materia.

Il costo per la partecipazione al Corso è di € 600 (€ 500 per studenti, praticanti e under 30). Durante il corso i partecipanti potranno accedere alla documentazione relativa a ciascuna lezione attraverso il sito dell’Associazione (www.unionedirittiumani.it). Le iscrizioni al corso dovranno pervenire alla segreteria dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani, tramite apposito modulo di adesione rinvenibile sul sito dell’associazione, da inviare unitamente alla copia del bonifico bancario (IBAN: IT49 B033 5901 6001 0000 0060 078). L’Unione forense per la tutela dei diritti umani è un’associazione senza scopo di lucro fondata il 2 marzo 1968 a Roma. Per la frequentazione del presente corso è richiesto un contributo a titolo di rimborso delle spese organizzative.

Le lezioni si terranno nei seguenti venerdì del corrente anno: 7 settembre, 14 settembre, 21 settembre, 28 settembre, 5 ottobre, 12 ottobre, 19 ottobre, 26 ottobre, 9 novembre, 16 novembre 2018.

Ai partecipanti sarà offerto il “Dossier Statistico Immigrazione 2017”, realizzato da Idos in partenariato con Confronti, con il sostegno dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese e la collaborazione dell’Unar.

Il corso ha ricevuto il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), del Ministero della Giustizia e del Consiglio Nazionale Forense.

Il Consiglio Nazionale Forense ha riconosciuto altresì 20 crediti formativi per l’intero corso, di cui 3 in materie obbligatorie.

Comitato Scientifico-Organizzativo: Avv. Prof. Anton Giulio Lana; Dott.ssa Lucia Tria; Prof. Christopher Hein; Prof. Matteo Carbonelli; Avv. Mario Melillo; Prof. Avv. Nicola Colacino; Prof. Avv. Andrea Saccucci; Dott.ssa Mariangela Cecere; Avv. Alessio Sangiorgi; Dott.ssa Costanza Hermanin; Dott.ssa Héléna Behr.

Segreteria organizzativa: Sig.ra Gioia Silvagni

Unione Forense Per La Tutela Dei Diritti Umani  Via Emilio de’ Cavalieri 11 – 00198 Roma  Tel. +39 06 8412940 – E-mail: info@unionedirittiumani.it

Programma del Corso

I GIORNATA

Venerdì 7 settembre 2018

Il fenomeno delle migrazioni in Italia e in Europa

- I Paesi di origine dei migranti e quelli di transito: uno sguardo di insieme

- I flussi migratori misti tra migranti “forzati” e migranti “economici”

- Impatto sul piano demografico

- La tratta degli esseri umani

- L’emergere del nuovo fenomeno dei “rifugiati ambientali”

- Ricadute economiche delle migrazioni

- Cooperazione dei Paesi terzi

Giovanni Tria, Ministro dell’Economia e delle Finanze

Giovanni Salvi, Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma

Nicola Colacino, Professore di Diritto internazionale nell’Università di Roma “Niccolò Cusano”

Antonio Ricci, Vicepresidente di IDOS - Centro ricerche dossier statistico immigrazione

II GIORNATA

Venerdì 14 settembre 2018

Ingresso e statuto giuridico dei migranti in Italia e in Europa

- La nostra Costituzione, i principi affermati dalla Corte costituzionale e la giurisprudenza della Corte di Cassazione

- L’ingresso dello straniero nel territorio italiano

- Le politiche europee in materia di asilo, immigrazione e controllo delle frontiere

- La tutela dei migranti nella Convenzione europea dei diritti dell’uomo

- La giurisprudenza della Corte EDU e il ricorso alle misure provvisorie in caso di espulsione

- La gestione delle frontiere esterne e il codice Schengen

- Disciplina dell’ingresso e soggiorno dei migranti in Italia

- Tipologie di permesso di soggiorno

- Respingimenti, espulsioni e accompagnamenti alla frontiera

- Struttura, organizzazione e funzionamento delle Commissioni territoriali per il diritto di asilo

Giuseppe Cataldi, Professore di diritto internazionale nell’Università L’Orientale di Napoli

Christopher Hein, Professore di diritto e politiche di immigrazione e asilo nell’Università LUISS Guido Carli

Anton Giulio Lana, Presidente dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Franca Mangano, Presidente della I Sezione Civile del Tribunale di Roma

III GIORNATA

Venerdì 21 settembre 2018

I migranti forzati

- L’asilo nella normativa e nella giurisprudenza

- Il Sistema europeo comune di asilo e le proposte di riforma

- (segue) Il regolamento Dublino, il regolamento Eurodac e le criticità

- Le tre direttive dell’UE (procedure, qualifica e accoglienza)

- (segue) Il nuovo approccio hotspot e il sistema della riallocazione delle quote.

- Il principio di solidarietà tra Stati membri e come valore fondamentale dell’Unione Europea

- La protezione internazionale (rifugio, protezione sussidiaria, protezione temporanea)

- Convenzione di Ginevra del 1951 sullo status dei rifugiati e principio di non refoulement

- La protezione sussidiaria

- I permessi per motivi umanitari e il disagio sociale

- Permessi di soggiorno per motivi di sicurezza sociale e per motivi di giustizia

- La procedura di riconoscimento della protezione internazionale

- Vittime di tortura

Elena Ambrosetti, Professoressa di demografia nella “Sapienza” Università di Roma

Felipe Camargo, Rappresentante dell’UNHCR per il Sud Europa

Carlo De Chiara, Consigliere della Corte di Cassazione

Sandra Sarti, Presidente della Commissione Nazionale per il diritto di asilo - Ministero dell’Interno

IV GIORNATA

Venerdì 28 settembre 2018

Il lavoro degli immigrati

- Il sistema del decreto flussi e la sua crisi dal 2010 in poi

- Differenti modalità di ingresso per motivi lavorativi

- Il caporalato e la schiavitù

- Le prestazioni sociali a favore dei migranti: diritti dei lavoratori e tutela previdenziale

- Le Convenzioni ILO sui lavoratori migranti

Federico Soda, Direttore dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Matteo Carbonelli, Professore di Diritto internazionale nell’Università degli studi della Tuscia

Vittorio Longhi, Giornalista e consulente dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro

Lucia Tria, Consigliere della Corte di Cassazione

V GIORNATA

Venerdì 5 ottobre 2018

Unità familiare e migranti minorenni

- Ricongiungimento familiare, disciplina UE e normativa interna

- Requisiti e procedura

- Minori stranieri accompagnati e non accompagnati: profili penali e civili

- Nomina del tutore e sistema di accoglienza

- La vulnerabilità dei minori e delle famiglie con minori

- Integrazione nel sistema scolastico italiano

- La detenzione del minore straniero

- Nuova normativa sui minori non accompagnati

- Il ricollocamento

Maria De Donato, Responsabile del settore legale del Consiglio italiano per i rifugiati

Costanza Hermanin, Professoressa di politica e governance dell’Unione Europea presso Sciences-Po Paris e il Collegio d’Europa di Bruges

Maria Monteleone, Procuratore aggiunto della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma

Roberto Virzo, Professore di diritto internazionale nell’Università del Sannio e nella LUISS Guido Carli

VI GIORNATA

Venerdì 12 ottobre 2018

L’importanza delle parole

- Quando a partire eravamo noi

- I mass-media e i social network

- L’esperienza della Carta di Roma

- L’uso delle parole

Alessandra Ballerini, Avvocata in Genova

Patrizia Bertini Malgarini, Professoressa di linguistica italiana nell’Università LUMSA ù

Terry Bruno, Psicologa, Presidente EARTH-Nlp

Giorgio Zanchini, Giornalista Rai

VII GIORNATA

Venerdì 19 ottobre 2018

Assistenza e integrazione sociale

- Integrazione e modelli a confronto

- Il ruolo delle Regioni

- La tutela della salute

- L’iscrizione anagrafica e la residenza

- L’alloggio

- L’assistenza sociale

Gianni Del Bufalo, Fondatore e direttore de Il Faro

Daniela Di Capua, Direttrice del Servizio Centrale dello SPRAR

Giuseppe Ippolito, Infettivologo, Direttore scientifico dell’ospedale Spallanzani di Roma

Mario Ricca, Professore di diritto interculturale nell’Università di Parma

VIII GIORNATA

Venerdì 26 ottobre 2018

Discriminazioni e xenofobia

- Il rischio delle discriminazioni

- La legge Reale e la legge Mancino

- Il Comitato CERD e le sue ultime osservazioni

- Hate speech online e offline nei confronti dei migranti

- Il ruolo e le funzioni dell’UNAR

- Le azioni in materia di discriminazione

- Pregiudizi e luoghi comuni nella sanità

Chiara Favilli, Professoressa di diritto dell’Unione Europea nell’Università di Firenze

Roberto Giovene Di Girasole, componente della Commissione Mediterraneo del CNF

Emilio Robotti, Avvocato in Genova

Giancarlo Santone, Medico, Coordinatore Centro SA.MI.FO. Salute Migranti Forzati

IX GIORNATA

Venerdì 9 novembre 2018

L’acquisto della cittadinanza italiana o dello status di apolide

- La legge n. 91/1992

- Il procedimento amministrativo per l’ottenimento dello ius civitatis

- Le ipotesi di ius soli: limiti della disciplina vigente e prospettive di modifica

- Orientamenti giurisprudenziali e applicativi

- L’apolidia e le procedure per il riconoscimento dello status

- Il diritto di elettorato attivo e passivo

- I ricorsi avverso il diniego della cittadinanza

Danilo Del Gaizo, Avvocato dello Stato

Sergio Marchisio, Professore di diritto internazionale nella “Sapienza” Università di Roma

Andrea Saccucci, Professore di diritto internazionale nell’Università della Campania Luigi Vanvitelli

Alessio Sangiorgi, Avvocato in Roma

X GIORNATA

Venerdì 16 novembre 2018

Il diritto di difesa

- La difesa in sede amministrativa

- I ricorsi in materia di protezione

- I ricorsi in materia di espulsione e trattenimento presso i centri

- Il ricorso avverso il respingimento alla frontiera

- La tutela processuale del minore migrante

- La persistente vigenza del reato di immigrazione clandestina e i suoi effetti

- L’interpretariato e mediazione culturale

- Il patrocinio a spese dello Stato

Anna Losurdo, Consigliere del Consiglio Nazionale forense

Elisabetta Melandri, Presidente del Centro informazione ed educazione allo sviluppo (CIES)

Mario Melillo, Segretario Generale dell’Unione forense per la tutela dei diritti umani

Maria Giovanna Ruo, Presidente della Camera Nazionale Avvocati per la Famiglia e i Minorenni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Entro il 21 settembre 2018 – MILANO - Master di I^ livello di 18 mesi in Diritto degli stranieri e politiche migratorie dell'Università degli studi di Milano-Bicocca

Pubblicato il bando per l'iscrizione alla 2^ edizione del.

Il Master è realizzato anche in collaborazione con ASGI (Associazione per gli studi giudici sull'immigrazione), col Consorzio farsi prossimo, ma anche con OIM, cooperative, enti, associazioni, presso cui si potranno svolgere gli stages.

Il bando, il regolamento didattico e tutti i documenti utili per l'iscrizione entro il 21 settembre si possono leggere al link:

https://www.unimib.it/didattica/master-universitari/master-aa-201819/diritto-degli-stranieri-e-politiche-migratorie

Le lezioni (gio, ven. sabato ore 9-18)  inizieranno dall'8 novembre 2018 in vari periodi fino ad ottobre 2019, poi stage e tesi.

Il Master si concluderà l'8 maggio 2020.

In allegato invio la brochure aggiornata sintetica del Master, da usare anche per la pubblicizzazione all'iscrizione del Master.

Occorre raggiungere almeno 24 iscritti affinché il Master sia attivato.

Questo Master è sicuramente unico in Italia: l'approccio teorico pratico del Master (che con alcuni dei migliori docenti italiani mette insieme gli aspetti giuridici e quelli politico-sociale) ne rendono molto raccomandabile l'iscrizione a laureati, laureati magistrali nelle materie giuridiche, sociali, politiche, economiche, antropologiche, letterarie, e ad avvocati, assistenti sociali, educatori, commercialisti, funzionari amministrativi, mediatori interculturali ecc., gestori di enti del terzo settore, appartenenti al pubblico impiego.

I 24 iscritti sono venuti da tutta Italia.

Molti iscritti della scorsa edizione hanno trovato lavoro in questi settori (anche presso alcuni degli enti  in cui hanno svolto il loro stage…).

L'urgenza, la gravità, l'interdisciplinarietà e l'attualità dei temi migratori ne rende indispensabile l'iscrizione a chi voglia operare in Italia con competenza in questi settori.

Una presentazione del Master avverrà lunedì 17 settembre 2018 dalle ore 15 alle ore 17 presso il Dipartimento di giurisprudenza dell'Università di Milano-Bicocca. Piazza dell'ateneo nuovo, 1 Milano, II^ piano, in cui i docenti presenteranno organizzazione e temi del Master.