CONSULTA ONLINE 

 

Ordinanza allegata alla Sentenza 16 dicembre 2016, n. 276

 

ORDINANZA 4 OTTOBRE

ANNO 2016

 

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori:

composta dai signori:

-           Paolo                           GROSSI                                        Presidente

-           Alessandro                  CRISCUOLO                                 Giudice

-           Giorgio                        LATTANZI                                          

-           Aldo                            CAROSI                                               

-           Marta                           CARTABIA                                         

-           Mario Rosario              MORELLI                                            

-           Giancarlo                     CORAGGIO                                        

-           Giuliano                       AMATO                                               

-           Silvana                         SCIARRA                                            

-           Daria                            de PRETIS                                           

-           Nicolò                          ZANON                                               

-           Franco                         MODUGNO                                        

-           Giulio                          PROSPERETTI                                    

ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

Rilevato che nel giudizio promosso dal Tribunale di Napoli, prima sezione civile, con ordinanza del 22 luglio 2015 (reg. ord. n. 323 del 2015), si sono costituiti come parti del giudizio a quo, tra gli altri, il Movimento difesa del cittadino, A.L. e G.G. (con atto depositato il 19 gennaio 2016);

che questi soggetti sono intervenuti nel giudizio principale, prima della pronuncia dell’ordinanza di rimessione;

che, con riferimento al Movimento difesa del cittadino e ad A.L., il Tribunale ha dichiarato l’intervento inammissibile;

che, in base all’art. 25 della legge 11 marzo 1953, n. 87 (Norme sulla costituzione e sul funzionamento della Corte costituzionale), e all’art. 3 delle Norme integrative per i giudizi davanti alla Corte costituzionale del 7 ottobre 2008, nel giudizio di legittimità costituzionale in via incidentale possono costituirsi i soggetti che erano parti del giudizio a quo al momento dell’ordinanza di rimessione (ex multis, sentenze n. 223 del 2012 e n. 356 del 1991, ordinanze allegate alle sentenze n. 236 e n. 24 del 2015);

che il Movimento difesa del cittadino e A.L., pertanto, non sono legittimati a partecipare al giudizio costituzionale quali parti del giudizio a quo, poiché il loro intervento in esso è stato dichiarato inammissibile con la stessa ordinanza di rimessione;

che l’atto di costituzione del Movimento difesa del cittadino e di A.L. va, dunque, dichiarato inammissibile.

per questi motivi

LA CORTE COSTITUZIONALE

dichiara inammissibile l’atto di costituzione del Movimento difesa del cittadino e di A.L. nel presente giudizio di costituzionalità.

F.to: Paolo Grossi, Presidente